Racconto di un capodanno alternativo

Torno così nella mia piccola nicchia nel web, a gamba tesa, come se non me ne fossi mai andata, con la voglia di raccontare quello che forse è stato, il miglior capodanno da molti anni.

A casa, senza troppi fronzoli e le uniche tre persone con cui davvero volevo inaugurare questo nuovo anno, che speriamo sia meglio dei precedenti. Rinunciando ad una “super festa” a base di alcool e millanta mila persone. La cosa interessante non è tanto questa, o il fatto che quattro ventisettenni si siano divertiti solo con i giochi in scatola, poco alcool e musica gaia che li ha fatti sculettare fino alle sette del mattino, quanto la conversazione che, non mi ha lasciato stupefatta, è stata stimolante.

Tutti quanti avevamo un’irrefrenabile voglia di Harry Potter, idolo dell’infanzia di tutti quelli nati dagli anni ’90 ad oggi. Io ed il mio ragazzo avevamo appena terminato la maratona dei film ed io stavo finendo di rileggere il primo libro, quello che ho vissuto talmente intensamente da avere addirittura un sapore. Si, non ho sbagliato a scrivere… ha un sapore. Il mio amico stava ascoltando gli audio libri, perché lavorando molto non aveva tempo di rileggerli e la sua ragazza, non che mia partner in affari, aveva intenzione di dargli un’occhiata, avendo visto solo i film.

Abbiamo sviscerato ogni singolo volume, raccontando alla mia amica tutti i buchi nelle trame e tutti le discrepanze tra versione letteraria e quella cinematografica. Ovviamente sono iniziate le varie riflessioni e le congetture che negli anni sono state partorite dalla mente di molti, ad esempio che Neville Paciock potesse essere il prescelto al posto di Harry. Tutti subito a dire che il personaggio è un idiota, speravano che alla fine di ogni film o libro morisse, che viene sempre aiutato, in fondo non è ‘sto gran che come eroe eccetera, eccetera, eccetera e… Io come al solito sono quella che parla fuori dal coro.

Non penso abbia molta importanza che Harry non sia il classico eroe senza macchie e senza paura, forse è proprio questo che lo rende speciale. Ha paura, sbaglia, ha bisogno di aiuto perché lui non può fare e saper fare tutto. Credo che l’intento della Rowling fosse quello di farci immedesimare in lui e trarne ispirazione, come avremmo potuto se lui fosse stato un eroe Omerico dei nostri giorni? Sono sicura che molti maschietti si sentano dei moderni Achille ed Ettore, ma siamo realistici, non lo sono.

Mi è piaciuto molto il commento dell’epoca di Stephen King

“Harry Potter parla di affrontare le proprie paure, trovare la forza interiore, fare ciò che è giusto di fronte alle avversità e dell’importanza dell’amicizia”

Al contrario Twilight parla dell’importanza di avere un ragazzo… LOL.

Il messaggio dei sette libri sta secondo me alla fine del primo, quando i tre amici scappano di notte dal dormitorio per evitare che la pietra filosofale venisse rubata. Nessuno dei tre sarebbe riuscito da solo ad evitarlo, neanche la talentuosa Hermine, perché servivano le indiscrezioni di Hagrid, i libri della biblioteca, la capacità di Ron di giocare a scacchi, la bravura di Harry nel volare e la logica e le nozioni di cui solo Hermione sembra essere capace e, ovviamente, il coraggio e la lealtà che si provano quando qualcosa è più importante della paura di morire… o peggio, essere espulsi (cit.) . Insomma nessun uomo è un’isola ed è l’unione che fa la forza. La vita è come un enorme puzzle, basta che manchi un solo pezzo perché tutto sembri impossibile.

Brava Rowling che ci hai portato tutti in un mondo che non sapevamo esistesse e da cui nessuno se ne vuole più andare. Brava perché “Harry Potter e la pietra filosofale” è il primo libro in assoluto che io abbia mai letto e da quel giorno non mi sono più fermata. E grazie, perché dopo vent’anni dall’uscita quattro, ventisettenni hanno passato la sera di capodanno a sentirsi bambini e non a fare i grandi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...